Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
FreeEmotion

Replay

16 Gennaio 2013 , Scritto da FreeEmotion.overblog.com Con tag #free, #emotion, #blog

© FreeEmotion.overblog.com

© FreeEmotion.overblog.com

Sembra il replay di scene vissute molte volte... ma vi racconto di quella volta in particolare, ore ed ore passate al pronto soccorso seduta su una sedia a rotelle, moribonda, con flebo. Dopo tanto che aspetti, sentir pronunciare il tuo cognome, sembra un pó come aver vinto qualcosa, ti chiamano comunicandoti che gli esami non hanno avuto buon esito, quindi devi restare 48 ore in osservazione.

Da li parte il viaggio da un reparto all'altro finchè non trovano quello giusto per te, ogni giorno cresce l' ansia perchè non sai che malattia hai e fai domande, ma i dottori di turno, dicono che bisogna fare altre indagini, facendo accrescere i dubbi sulla tua salute. I giorni passano e una sera un dottore dice: Pronta!? dobbiamo fare un piccolo intervento... e io: Perchè? non so nemmeno cosa ho! lui mi spiega il perchè, io confusa, capisco poco, e dico se è l'unico modo per stare bene OK!

Ricordo che da piccola, almeno qualcuno poteva restare con te, da grande no, neanche se sei appena uscita dalla sala operatoria, sei sotto anestesia e ti risvegli in una stanza sconosciuta con gente sconosciuta, in piena notte, sei comunque "maggiorenne", quindi puoi stare da sola. Negli ospedali il tempo si ferma, inizi a fare amicizia con gli altri che ti raccontano la loro esperienza cosí incominci a sentirti meno solo... capisci realmente che tutti soffrono, sono posti in cui ti curano e ti salvano la vita ma io li vedo come dei carceri per malati.

Quel verdino delle stanze dovrebbe tranquillizzarti, ma a me non fa questo effetto, e poi c'è la routine i prelievi dell'alba, sei mezza addormentata e nemmeno te ne rendi conto, l'unico infermiere che mi sveglia in un modo piú carino, prima di infilarmi un ago nel braccio, lo fa con la musica rock del suo iPhone. Susseguono giorni di digiuno totale e flebo h24, finchè il Dott. mi dice oggi puoi mangiare ma solo del tè con 2 fette biscottate... che per una che digiuna da giorni, anche se poco, sembra un pasto, fidatevi. Poi inizi a stare meglio, il peggio è passato, e piano piano ti stabilizzi e la domanda quotidiana al dott è: Quando posso andare a casa? Finchè quel giorno finalmente è arrivato.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post